home img
ombra
Servizi per persone dipendenti da sostanze illecite e lecite
Centro residenziale di pronta accoglienza

Accreditato come “servizio di accoglienza” con d.g.r. n° 7/15562 del 12.12.2003;
“contratto” con l’A.S.L. di Cremona sottoscritto il 26 gennaio 2011

Introduzione

Il Centro Residenziale di Pronta Accoglienza, è una struttura che ospita persone di sesso maschile, che abbiano problematiche di dipendenza - tossicodipendenti ed alcoldipendenti – e che ritengano di avere necessità di un periodo di tregua, di astensione dall’uso di sostanze e/o di riflessione sulle proprie condizioni di salute e di vita.

Finalità

Le finalità principali del Centro sono: garantire una pronta risposta a situazioni urgenti, contenere e supportare le persone nella fase di riduzione dell’uso di farmaci sostitutivi, offrire un contesto in grado di favorire un iniziale processo di remissione dall’uso di sostanze ed un parallelo o successivo processo di chiarificazione e di scelta, anche sulla base di un mirato approfondimento diagnostico.

Evidentemente ogni persona accolta può avere obiettivi diversi e può conseguentemente fare un uso diverso del Centro di Pronta Accoglienza; in particolare i percorsi più tipici sono i seguenti:

  • percorso pre-comunitario, di tutela delle persone e di preparazione ad un successivo ingresso in comunità residenziali;
  • percorso propedeutico ad un trattamento terapeutico semiresidenziale, ove siano ipotizzabili ed attivabili le condizioni, a breve termine, di un rientro in famiglia; il centro residenziale svolge una funzione contenitiva e stabilizzante per il soggetto, creando inoltre lo spazio-tempo necessario alla famiglia per sentirsi momentaneamente sollevata e per riorganizzarsi, con il supporto degli operatori, in modo più congruente e utile;
  • percorso finalizzato ad un trattamento terapeutico semiresidenziale ed al successivo reinserimento lavorativo, eventualmente supportato da un trattamento con farmaci antagonisti o con la somministrazione, stabilizzata a dosaggio medio/basso, di farmaci sostitutivi;
  • percorso esplorativo, in cui, in assenza di un progetto e nella difficoltà di definirlo, la persona dipendente ha la possibilità di effettuare la disassuefazione e di mettere a fuoco le opportunità successive; rientrano in questo percorso le diverse situazioni di urgenza, per le quali l’intervento è, per definizione, a-progettuale, poiché necessariamente legato alla saturazione del bisogno contingente e predominante.

Modalità di accesso

L’accesso avviene per libera scelta dell’utente.
L’inserimento avviene senza selezione, con la sola esclusione delle persone con patologie psichiatriche gravi (“doppia diagnosi”), o in situazione di arresto o detenzione domiciliare.
Al fine di garantire una risposta adeguata alle necessità dell’utente, l’inserimento avviene – sempre che vi sia la disponibilità del posto – entro un massimo di due giorni dalla richiesta.

Progetti individuali

Nel pieno rispetto della normativa stabilita dalla Regione Lombardia, la permanenza è prevista per un periodo massimo di 90 giorni.
Durante il primo mese gli obiettivi principali sono:

  • la stabilizzazione del quadro psico-fisico;
  • la costruzione, in collaborazione attiva con il soggetto, di un quadro clinico, una sorta di  “inventario delle risorse”, comprensivo degli aspetti psicologici, necessario per orientare le possibili future scelte.

Durante il successivo periodo (secondo e terzo mese), anche sulla base di quanto emerso nel “colloquio di restituzione” con il quale, alla fine del primo mese di permanenza, vengono comunicate all’utente le osservazioni e le valutazione formulate dall’équipe tecnica, il lavoro si concentra in particolare sulla “consapevolezza” e sul “sostegno della motivazione”, fermo restando che è possibile utilizzare tutti i 90 giorni di permanenza anche solo come pausa di tregua.

Modalità di funzionamento e spazi a disposizione

In sintesi le caratteristiche e le modalità di funzionamento sono le seguenti:

  • numero massimo utenti: 14;
  • orario di funzionamento: 24 ore al giorno, per tutti i giorni dell’anno.

Il Centro Residenziale di Pronta Accoglienza è sito a Spinadesco, a 7 km. da Cremona, in via Roma 108, all’interno di una cascina completamente ristrutturata, che ospita anche il Centro Diurno e l’attività di manutenzione del verde gestita dalla Cooperativa.
Il Centro Residenziale utilizza in modo esclusivo:

  • l’ex casa padronale, all’interno della quale sono collocati – al piano terreno – l’atrio di ingresso, una sala “TV e tempo libero”, la sala da pranzo, la cucina, la dispensa, la lavanderia/strireria e – al primo piano – una seconda sala TV, una camera da letto per l’operatore e sei camere da letto (4 a 2 letti; 2 a 3 letti) per gli utenti, ciascuna dotata di doccia e servizi igienici;
  • un ampio locale, a fianco della casa padronale suddetta ma con ingresso autonomo, utilizzato come laboratorio per le attività ergoterapiche;
  • una palestra;
  • un ampio spazio esterno.

Inoltre a disposizione del Centro Residenziale di Pronta Accoglienza – ma in modo promiscuo con il Centro Diurno – vi sono gli uffici e gli spogliatoi del personale, le stanze-colloqui, l’ambulatorio medico.

Personale e volontari

Per la gestione del Centro Residenziale di Pronta Accoglienza, la Cooperativa Fuxia si avvale di educatori professionali e psicologi.
Alla data odierna:
Elena Bettoni – Psicologo
Marco Lanzi – Educatore Professionale – Coordinatore del Centro
Michela Lagostena – Educatore Professionale
Gabriele Ghezzi– Educatore Professionale
Luigina Oppi– Psicologo - Supervisore

Inoltre alcuni Educatori / Animatori garantiscono l’assistenza serale e notturna agli ospiti, mentre il Ser.D. garantisce tutte le prestazioni di natura medico-sanitaria legate alla dipendenza e il C.P.S. i necessari approfondimenti diagnostici sulle eventuali problematiche di natura psichiatrica.

Infine, sempre all’interno del Centro, operano volontari che portano il loro contributo in alcune attività e garantiscono il trasporto e l’accompagnamento degli utenti (visite e cure sanitarie, ecc.).

Rette

Le rette per la permanenza degli utenti nel Centro di Pronta Accoglienza Residenziale Fuxia sono a carico del Servizio Sanitario Nazionale e sono stabilite dalla Regione Lombardia, di cui la Cooperativa Sociale Fuxia è ente ausiliario accreditato.
A partire dal 1° dicembre 2007 la retta giornaliera è stabilita in 58,80 euro, IVA inclusa.
La suddetta retta è omnicomprensiva e nulla viene richiesto ad utenti e loro famiglie per lo svolgimento del programma.
Ovviamente, sono invece a carico degli utenti le spese personali, non legate al problema “dipendenza” (vestiario, ecc.).
.

Maggio 2013

 
home
chi siamo
dove siamo
mission&organismi
sostienici
volontariato
documenti
scrivici
links
menu ombra
menu ombra
servizi
centro residenziale
centro diurno
inserimento lavorativo
giardinaggio
progetto reinserimento
progetto carcere
menu ombra
menu ombra
fascia
 
cucina
Cucina
pranzo
Sala da pranzo
camera
Camera da letto
palestra
Palestra
operatori
Operatori al lavoro
orto
Orto
 
fascia
ombra
Copyright © 2013 Cooperativa Sociale Fuxia - Tutti i diritti riservati - P.IVA: 00723320198